fbpx

IL MIGLIORAMENTO PERSONALE IN 5 MOSSE. I MIEI CONSIGLI PER LE LETTURE DEL 2018

Cinque libri di migloramento personale che vi consiglio.


Come promesso ecco la seconda parte dei consigli per la vostra biblioteca per lo sviluppo personale.

Se il Marketing poteva essere un argomento vasto, qui stiamo parlando di un oceano ancora più grande. I tipi di miglioramento personale di cui si parla in questi ultimi anni sono diversi e diverse conseguentemente sono le competenze richieste.

Troverete testi sulla mindfulness, sull’empatia, sull’intelligenza emotiva, sulla leadership e mille altre sfaccettature.

Ma il succo, quello che ho cercato di sintetizzare in questo post è quello legato alle prospettive personali, alla definizione dei valori ed alla capacità di fare accadere le cose. Quest’ultimo aspetto è a mio parere il più importante.

Un leader infatti, come dicevo in un mio vecchio post (link al vecchio post), deve sapere dove andare, come andarci, con chi e, successivamente, fare accadere le cose.

Ecco quindi i miei 5 consigli per darvi qualche spunto importante su cui lavorare.

MANAGING ONESELF – PETER DRUCKER

Questo libricino, credo disponibile solo in inglese, scritto dall’economista Peter F. Drucker, dà indicazioni per liberi professionisti e dipendenti su come cominciare a gestire bene la propria carriera lavorativa Partendo dal presupposto che sta ad ognuno cercare di sostenere la propria carriera che durerà diverse decine di anni.

Il punto di partenza è semplice, al limite del banale. Dobbiamo trovare Quali sono i nostri punti di forza partendo dai nostri valori di riferimento.

Nel libro si passa in rassegna modi di lavorare, modi di imparare (la differenza tra lettore ed ascoltatore mi è rimasta sempre molto impressa) fino ad arrivare a cosa si farà dopo aver terminato di lavorare.

Libro breve ma densissimo di concetti.

LA GRANDE DIFFERENZA – SEBASTIANO ZANOLLI

Questo è il secondo libro che suggerisco spinto innanzitutto dal cuore.

Ci sono infatti diverse storie dietro a questa mia scelta ed una stima per lo scrittore che ho avuto la fortuna di conoscere e seguire in alcune sue presentazioni. Questo libro è molto pratico e può dare indicazioni per passare dal “vorrei fare” al “come posso farlo”. Ottimo per iniziare un processo di miglioramento poiché permette di fissare qualche concetto basilare che potrà essere sviluppato con i prossimi titoli. Utilissimi gli esercizi proposti che, anche se solo in apparenza semplici, se fatti per bene portano a sviluppare una consapevolezza fondamentale per capire dove iniziare ad agire.

IL NO POSITIVO – WILLIAM URY

La nostra vita è una continua negoziazione. A casa, al lavoro, nella vita pubblica e privata siamo sempre messi di fronte a delle situazioni in cui dobbiamo cercare di trovare un equilibrio con gli altri. Ed un semplice e diretto NO è spesso la fiammella che innesca una miccia che porta a conseguenze distruttive. Il No sbagliato è quindi da evitare a prescindere sia per mantenere dei rapporti ma, soprattutto, per arrivare al nostro obiettivo di negoziazione. E chi meglio di William Ury, da anni attivo come mediatore in ambito aziendale e politico, ci può spiegare come si può dire di no senza pagarne le conseguenze, anzi tutelando e migliorando, persino, le proprie relazioni, professionali e personali? Il segreto sta appunto nel no positivo. Riassumendo il libro in una frase “un No che incomincia con Sì e finisce con Sì”.

Libro da leggere per apprezzare la semplicità con cui, cambiando poche cose, si può uscire da situazioni spinose.

PIU’ FORTE DEI NO – JIA JIANG

Ho acquistato questo libro durante un viaggio in autostrada. Sono stato attratto dal titolo o, meglio, dal sottotitolo “Corso intensivo di fiducia in se stessi Cronaca semiseria per superare la paura del rifiuto e diventare invincibili”. Sebbene possa essere visto come un doppione del precedente, è un libro che ha una finalità completamente differente. L’autore infatti punta a spiegare come lottare contro le proprie convinzioni e limitazioni conosciute possa portare alla scoperta che, forse, molte delle idee che avevamo erano pregiudizi.

La storia rasenta il banale. L’autore è terrorizzato dai no e, per superare questo terrore, decide di cercare di farsi dire un NO al giorno. Il risultato è fantastico poiché si scopre che anche la richiesta più assurda può essere accolta, se posta nel modo giusto. In sostanza la consapevolezza che il più grande ostacolo alla realizzazione dei tuoi desideri è la paura del fallimento e della negazione.

LE 7 REGOLE PER AVERE SUCCESSO – STEPHEN COVEY

Tra i migliori libri per il miglioramento personale non poteva mancare il best seller di Stephen Covey, che può essere considerato un vero e proprio corso di auto-formazione.

Il titolo può trarre in inganno in quanto, di primo acchito, potrebbe sembrare il classico manualetto per sfondare nel magico mondo del business ma, sfogliando le prime pagine, si capisce perfettamente che non è così. E’ un libro complesso, profondo che parte dall’inizio di tutto. Dalle motivazioni e dai valori, dai motori quindi del nostro fare. Essere proattivi, pensare partendo dalla fine, individuare e dare precedenza alle priorità, pensare win-win, cercare di capire (prima di farsi capire), lavorare in sinergia e affilare le lame sono i famosi 7 habits descritti dall’autore. Tutto questo partendo dalla ricerca del le proprie motivazioni ed i propri valori grazie a degli schemi per aiutare ad identificarli.

Ecco qui. Questi sono, a mio parere, gli “IMPERDIBILI” per iniziare a crearsi una libreria ben fornita e che tocchi diversi tipi di argomenti.

Come per l’altro post, sentitevi liberi di aggiungere altri suggerimenti così tutti i lettori possano trarne vantaggio.

 

Per quest’anno abbiamo concluso. Ringrazio tutti quelli che mi hanno seguito negli ultimi mesi e spero che continuerete a farlo anche il prossimo anno magari consigliandolo a vostri amici.

Auguro a tutti delle Felici Feste di Natale ed un brillante 2018.

A presto!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *